Cenni Storici

Nell’anno 1974 Don Aldo Concari, parroco di Roncaglia, affida l’incarico a Giovanni Pesatori e ad altri parrocchiani di allestire in Chiesa un grande Presepio: la tradizione ha inizio. Nel 1979 fa la sua comparsa la meccanica, cui fa seguito nel 1980 l’elettronica. Nel 1981 il Presepio è trasferito dalla Chiesa in un salone parrocchiale all’esterno ed è qui, dove si trova tuttora, che viene realizzato un nuovo grande “plastico” di circa 40 metri quadrati. Nel 1982 vengono inseriti diorami, proiezioni ed effetti luminosi e nel 1990 una nuova centralina elettronica permette il sincronismo movimenti-luci-commento. Negli anni seguenti, dal 1991 al 2008, vengono implementate nuove tecnologie quali le fibre ottiche e le riflessioni su vetri e specchi. Nell’anno 2009 viene inserito nel “plastico” il diorama relativo alla “Fuga in Egitto” e nel 2011 viene rivisto e migliorato il diorama “Annuncio a Maria”. Negli anni successivi, sino ai giorni nostri, il presepe viene costantemente migliorato: vengono collocati nuovi personaggi, viene implementato l’effetto vapore nelle pentole, vengono riviste e migliorate le luci del cielo, viene inserito il movimento nei pesci catturati dai pescatori, viene realizzato un nuovo “effetto luci” che accompagna la nascita del Bambino Gesù e viene aggiunta una apparecchiatura che genera una straordinaria e suggestiva nevicata.

Comments are closed.